Archivi categoria: Senza categoria

venerdì 29 novembre ’13

 XXXIV Settimana tempo ordinario

 

S. Saturnino di Tolosa Vescovo e martire

Provenendo dall’Oriente avrebbe raggiunto Tolosa nel 250 quando erano consoli Decio e Grato. Nominato vescovo di Tolosa si occupò di diffondere il Vangelo di Dio visto che all’epoca in Gallia vi erano poche comunità di cristiani e le poche mal organizzate. Morì per colpa dei pagani della città poiché ritenuto il capo di una pericolosa setta

Vangelo del giorno

Gesù disse loro una parabola: “Guardate il fico e le piante; quando già germogliano, guardandoli capite da voi stessi che ormai l’estate è vicina.  Così pure, quando voi vedrete accadere queste cose, sappiate che il regno di Dio è vicino.  In verità vi dico: non passerà questa generazione finché tutto ciò sia avvenuto.  Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno”.

Riflessione Per Il Giorno – (Vittorio Messori: cattivi ma fascinosi maestri

E’ stato uno dei padri dell’esistenzialismo e tra i più influenti e prestigiosi “maitres a penser” del sec. XX: parliamo dello scrittore e pensatore francese Jean Paul Sartre (1905-1980) del quale la non sospetta biografa Annie Cohen-Solal scrive: “Jean Paul aveva bisogno di una particolare dose quotidiana di generi di conforto: due pacchetti delle sigarette più forti, le Gitanes senza filtro; diverse pipe di tabacco scuro; un litro di superalcolici: whisky, cognac e rum; duecento milligrammi di anfetamine; quindici grammi di aspirina; parecchi grammi di barbiturici; caffè e tè a volontà”. Pensare che uno così ha influenzato la vita di migliaia di giovani fa una certa impressione…

Preghiera del giorno – preghiera allo spirito santo

“Ti adoro, Spirito Santo, anima della mia anima: guidami, fortificami, consolami, dimmi quello che devo fare e dammi la forza di fare ciò che mi hai ispirato. Ti prometto di sottomettermi a tutto ciò che vuoi da me e accettare quanto permetterai che mi succeda. Fammi solo conoscere e compiere la tua volontà. Amen”.                                                                                                                                                                                   

Intenzione del giorno

Alla fine dell’anno liturgico 2012-‘13 ringraziamo il Signore per tutti i benefici ricevuti, chiediamo perdono per le mancanze commesse e formuliamo propositi per il nuovo anno che inizia

Don’t forget! …Ricorda!

29-11-1983: muore don Giacomo Valle, prete del PSV

Giornata nazionale di solidarietà col popolo palestinese

lunedì 25 novembre ’13

 

XXXIV Settimana tempo Ordinario

Izis - Rochechuart Boulevard, Paris, 1959

 

S. Caterina d’Alessandria Martire

una delle sante più raffigurate nella storia della pittura sacra è patrona dei teologi.

La Parola di Dio del giorno

Gesù diceva alle folle: “Alzati gli occhi, vide alcuni ricchi che gettavano le loro offerte nel tesoro. Vide anche una vedova povera che vi gettava due spiccioli e disse: “In verità vi dico: questa vedova, povera, ha messo più di tutti. Tutti costoro, infatti, han deposto come offerta del loro superfluo, questa invece nella sua miseria ha dato tutto quanto aveva per vivere” Lc 21,1-4

Riflessione per il giorno – Frammenti di vita al Patronato S. Vincenzo

“Vieni a vedere” mi fa il collaboratore. Il corridoio al 2° piano è ingombro di oggetti incellofanati e allineati lungo la parete: tv, computer, condizionatori, stampanti, elettrodomestici, telefoni, ecc. “Da dove viene tutta ‘sta roba? E soprattutto, dov’era prima d’ora?” chiedo paventando già la risposta e temendo il peggio. P. un giovane nigeriano si affanna in inglese a dire che è lui il proprietario, che è roba sua, legittimamente acquistata…e dal portafogli spuntano decine di scontrini. Effettivamente ha comprato per pochi euro ogni genere di apparecchi elettronici usati, difettati o addirittura guasti, li ha ordinati in vista della spedizione in Africa dove dicono siano maghi nel far rivivere oggetti che da noi sarebbero destinati alla raccolta differenziata. “Ma dov’era prima tutta questa roba? Come mai è qui in corridoio?”. M. un altro africano, smascherato, non trova di meglio che supplicare perdono. La scoperta è stupefacente: M. ha “affittato” la propria camera all’amico P. che l’ha trasformata in deposito delle sue cose. E’ già incredibile che uno spazio di pochi metri quadrati abbia potuto contenere tutta quella roba: l’assurdo è che lì dentro ci dormivano in due nel letto a castello a cui accedevano attraverso un pertugio fra i pacchi. Do un’ora di tempo per sgombrare il corridoio e minaccio M. di espulsione alla prossima che combina, ma non posso fare a meno di pensare che davvero ho di fronte due imprenditori…di razza.

Preghiera del giorno – Lauda di F. Soto del Langa

“Anime affaticate e sitibonde, venite all’onde vive, ove v’invita la vera vita; ove la lunga sete, spegner potrete. La lunga sete natural che sempre, con dure tempre il cor arde e tormenta: né il foco allenta giammai, se non s’arriva all’acqua viva. All’acqua viva che, con voglie accese, donna umil chiese alla fontana eterna, ch’in sua cisterna il mondo sì suave, acqua non have”.

 Intenzione del giorno

Preghiamo per gli studenti e gli insegnanti di teologia del nostro Seminario e di tutte le facoltà del mondo

Don’t forget! …Ricorda!

25-11-1991: muore don Gino Valsecchi, prete del PSV

 

domenica 24 novembre ’13

Cristo Re (XXXIV S. T.O.)

SS MARTIRI VIETNAMITI (S. ANDREA DUNG LAC E 116 COMPAGNI)

Il cristianesimo giunse in Vietnam sul finire del secolo XVI, ma fu osteggiato dai regnanti locali: tra i secoli XVII e XIX, si susseguirono più di 50 editti anticristiani, con uccisione di circa 130 mila fedeli. La persecuzione culminò sotto il regno di Tu-Duc (1847-1883): i missionari erano braccati e uccisi; ai catechisti vietnamiti veniva impresso a fuoco sul volto: «Falsa religione». I fedeli avevano salva la vita solo se calpestavano la croce; altrimenti subivano supplizi di ogni genere. I nuclei familiari cristiani venivano smembrati e deportati in regioni diverse. Nel 1988 i martiri vietnamiti sono stati unificati e canonizzati da Giovanni Paolo II che li ha dichiarati «Patroni del Vietnam». Sono: 8 vescovi, 50 preti, 59 laici rappresentati da don Andrea Dung-Lac di cui i Vietnamiti sono assai devoti. Il martire Paolo Le-Bao-Tinh lasciò scritto: «In mezzo a tormenti, che di solito piegano e spezzano gli altri, per la grazia di Dio sono pieno di gioia e letizia perché non sono solo, ma Cristo è con me».                                                                                                                                         

La Parola di Dio del giorno (Lc 23,35-43)

Il popolo stava a vedere, i capi invece schernivano Gesù in croce dicendo: “Ha salvato gli altri, salvi se stesso, se è il Cristo di Dio, l’eletto”. Anche i soldati lo schernivano e gli si accostavano per porgergli dell’aceto, e dicevano: “Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso”. C’era anche una scritta, sopra il suo capo: Questi è il re dei Giudei. Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: “Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e anche noi! ”. Ma l’altro lo rimproverava: “Neanche tu hai timore di Dio e sei dannato alla stessa pena? Noi giustamente, perché riceviamo il giusto per le nostre azioni, egli invece non ha fatto nulla di male”. E aggiunse: “Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno”. Gli rispose: “In verità ti dico, oggi sarai con me nel paradiso”.

La riflessione del giorno (Commento alle letture)

Salvare è la parola chiave del vangelo d’oggi: “Salva te stesso” ripetono al crocifisso i capi, i soldati e uno dei ladroni, i quali tutti sperano di assistere al più logico dei miracoli: “Perché non scendi dalla croce tu che hai dimostrato di poter salvare chiunque?” . Non avevano torto, a pensarci bene: come può legittimarsi un re che non è in grado di salvare se stesso? Ma in prospettiva evangelica, Re non è chi sottomette gli altri, ma chi si fa servo e si china a lavare loro i piedi; non chi vive a spese dei sottoposti, ma si fa pane per la loro fame; non chi pretende la vita e i beni dei sudditi, ma dona vita e beni con prodigalità! E per essere un re così, Gesù era obbligato a salvare tutti meno se stesso. Per assurdo, Gesù è condannato non solo dalla malvagità umana, ma anche dall’amore divino che lo abita e lo spinge a donare tutto senza riserve. Solo il buon ladrone, capisce il dramma che si consuma; coerente con le sue scelte di vita, all’ultimo momento ruba a Dio il paradiso e diventa il primo suddito di Gesù, suo povero, ma regale compagno di supplizio.    

Preghiera del giorno – Colletta della Festa di Cristo Re

“O Padre che hai posto tuo Figlio come unico Re e Pastore di tutti gli uomini, per costruire nelle tormentate vicende della storia il tuo Regno d’amore, alimenta in noi la certezza della fede che un giorno, annientato anche l’ultimo nemico, la morte, egli ti consegnerà l’opera della sua redenzione, perché tu sia tutto in tutti. Amen”.

Intenzione del giorno

Preghiamo perché cresca la solidarietà nei confronti dei poveri che a causa della crisi in atto sono in continuo aumento.

Don’t forget! …Ricorda!

Giornata delle Nazioni Unite – Giornata nazionale per la colletta alimentare

Giornata nazionale per i malati di Parkinson – Giornata mondiale per sicurezza nella scuola

Giornata nazionale di sensibilizzazione per il sostentamento del clero