domenica 24 novembre ’13

Cristo Re (XXXIV S. T.O.)

SS MARTIRI VIETNAMITI (S. ANDREA DUNG LAC E 116 COMPAGNI)

Il cristianesimo giunse in Vietnam sul finire del secolo XVI, ma fu osteggiato dai regnanti locali: tra i secoli XVII e XIX, si susseguirono più di 50 editti anticristiani, con uccisione di circa 130 mila fedeli. La persecuzione culminò sotto il regno di Tu-Duc (1847-1883): i missionari erano braccati e uccisi; ai catechisti vietnamiti veniva impresso a fuoco sul volto: «Falsa religione». I fedeli avevano salva la vita solo se calpestavano la croce; altrimenti subivano supplizi di ogni genere. I nuclei familiari cristiani venivano smembrati e deportati in regioni diverse. Nel 1988 i martiri vietnamiti sono stati unificati e canonizzati da Giovanni Paolo II che li ha dichiarati «Patroni del Vietnam». Sono: 8 vescovi, 50 preti, 59 laici rappresentati da don Andrea Dung-Lac di cui i Vietnamiti sono assai devoti. Il martire Paolo Le-Bao-Tinh lasciò scritto: «In mezzo a tormenti, che di solito piegano e spezzano gli altri, per la grazia di Dio sono pieno di gioia e letizia perché non sono solo, ma Cristo è con me».                                                                                                                                         

La Parola di Dio del giorno (Lc 23,35-43)

Il popolo stava a vedere, i capi invece schernivano Gesù in croce dicendo: “Ha salvato gli altri, salvi se stesso, se è il Cristo di Dio, l’eletto”. Anche i soldati lo schernivano e gli si accostavano per porgergli dell’aceto, e dicevano: “Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso”. C’era anche una scritta, sopra il suo capo: Questi è il re dei Giudei. Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: “Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e anche noi! ”. Ma l’altro lo rimproverava: “Neanche tu hai timore di Dio e sei dannato alla stessa pena? Noi giustamente, perché riceviamo il giusto per le nostre azioni, egli invece non ha fatto nulla di male”. E aggiunse: “Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno”. Gli rispose: “In verità ti dico, oggi sarai con me nel paradiso”.

La riflessione del giorno (Commento alle letture)

Salvare è la parola chiave del vangelo d’oggi: “Salva te stesso” ripetono al crocifisso i capi, i soldati e uno dei ladroni, i quali tutti sperano di assistere al più logico dei miracoli: “Perché non scendi dalla croce tu che hai dimostrato di poter salvare chiunque?” . Non avevano torto, a pensarci bene: come può legittimarsi un re che non è in grado di salvare se stesso? Ma in prospettiva evangelica, Re non è chi sottomette gli altri, ma chi si fa servo e si china a lavare loro i piedi; non chi vive a spese dei sottoposti, ma si fa pane per la loro fame; non chi pretende la vita e i beni dei sudditi, ma dona vita e beni con prodigalità! E per essere un re così, Gesù era obbligato a salvare tutti meno se stesso. Per assurdo, Gesù è condannato non solo dalla malvagità umana, ma anche dall’amore divino che lo abita e lo spinge a donare tutto senza riserve. Solo il buon ladrone, capisce il dramma che si consuma; coerente con le sue scelte di vita, all’ultimo momento ruba a Dio il paradiso e diventa il primo suddito di Gesù, suo povero, ma regale compagno di supplizio.    

Preghiera del giorno – Colletta della Festa di Cristo Re

“O Padre che hai posto tuo Figlio come unico Re e Pastore di tutti gli uomini, per costruire nelle tormentate vicende della storia il tuo Regno d’amore, alimenta in noi la certezza della fede che un giorno, annientato anche l’ultimo nemico, la morte, egli ti consegnerà l’opera della sua redenzione, perché tu sia tutto in tutti. Amen”.

Intenzione del giorno

Preghiamo perché cresca la solidarietà nei confronti dei poveri che a causa della crisi in atto sono in continuo aumento.

Don’t forget! …Ricorda!

Giornata delle Nazioni Unite – Giornata nazionale per la colletta alimentare

Giornata nazionale per i malati di Parkinson – Giornata mondiale per sicurezza nella scuola

Giornata nazionale di sensibilizzazione per il sostentamento del clero

 

domenica 24 novembre ’13ultima modifica: 2013-11-22T16:00:08+00:00da psv2010
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento